Rinoplastica

La correzione chirurgica del naso (rinoplastica) è un’operazione molto frequente in chirurgia estetica. Con l’intervento si ottiene un cambiamento della forma, della struttura e della funzione del naso. Con la rinoplastica si può aumentare o diminuire la grandezza del naso, modificarne la forma della parte superiore, allargare o assottigliare le narici e modificare l’angolo tra il naso e il labbro superiore. Con questo tipo di intervento è possibile anche correggere malformazioni congenite del naso e danni in seguito a incidenti nonché migliorare la respirazione.

Non esiste un tipo di rinoplastica “universale” che soddisfi le esigenze di tutti. Ogni operazione viene progettata su misura per ogni singolo paziente, in base al suo stato e alle sue necessità. Le incisioni vengono effettuate nelle narici, in caso di rinoplastica aperta nelle narici e nella parte invisibile del naso, detta columella. In alcuni casi la rinoplastica aperta ha il vantaggio di permettere l’esatta identificazione delle parti che creano problemi, grazie al diretto controllo dell’anatomia del naso. Questo vale soprattutto nel caso di correzioni complesse della parte superiore del naso, che vengono effettuate con trapianto di tessuti cartilaginosi.

Per la maggior parte dei pazienti la rinoplastica rappresenta un intervento di natura estetica. Nei pazienti che presentano difficoltà respiratorie a causa di danni alle strutture interne del naso o anomalie congenite è possibile migliorare la funzione respiratoria, oltre che correggere la forma.

Ogni naso ha il suo aspetto caratteristico e ogni paziente ha desideri diversi, per cui è possibile dare un consiglio fondato solo dopo un’accurata visita.

I candidati migliori per questo tipo di intervento sono le persone che desiderano migliorare il proprio aspetto, ma che non pretendono un naso perfetto o di assomigliare a qualcun altro preso a modello. Il paziente che desidera sottoporsi a una rinoplastica deve avere aspettative realistiche ed essere psicologicamente stabile.